RICORDANDO DON VITTORIONE: 15 SETTEMBRE 2019

RICORDANDO DON VITTORIONE:

“Chi ha fame ha fame subito, chi ha sete ha sete subito, chi soffre soffre adesso”                        Don Vittorio Pastori

Sembra ieri ma sono già passati 25 anni dalla morte di Don Vittorio Pastori, conosciuto come “Don Vittorione”, un uomo che prese, a un certo punto della sua vita, la  decisione di lasciare la sua attività di ristoratore (gestiva uno dei più rinomati ristoranti di Varese, “da Vittorio”)  per  seguire, come segretario amministrativo,  mons. Enrico Manfredini, vescovo di Piacenza dal 1969 al 1983,    e, successivamente,  iniziò a portare in Africa, in prima persona,  un messaggio di solidarietà e carità ai più bisognosi. Con mons. Manfredini fondò prima Africa Mission (1972) e poi, nel 1984, Cooperazione e Sviluppo che oggi, in un tempo in cui la solidarietà e la carità non sono più di moda  sono  unite e identificate nell’acronimo  A.M.C.S. ,ONG – Onlus. E la terra scelta da Don Vittorio fu quella più povera dell’Uganda: il Karamoja e i suoi “karimojong”, gli “ultimi” come li definiva.

In oltre 20 anni il “bulldozer della carità”, come lo definivano in tanti, riuscì a fare 146 viaggi di solidarietà, trasportando attrezzature di vario genere(sanitarie, scolastiche, agricole) e alimentari, aerei cargo pieni della solidarietà di tantissimi Italiani che lui andava di continuo  a sollecitare per avere un qualsiasi aiuto. Riuscì anche ad andare  alla TV nazionale, a “Lascia o raddoppia” del mitico Mike Bongiorno, a fare un accorato appello a tutti gli spettatori.

Il Circolo “Verso l’Europa” attraverso il suo fondatore, il commendatore Donato Palarchi,  lo ha prima voluto conoscere, a Bologna il giorno dopo che era stato ordinato sacerdote nello stadio di Varese (15 settembre 1984) e poi lo ha invitato molto spesso ad Arezzo per poterlo aiutare nelle sue opere in Uganda (e non solo, visto che di solidarietà ce ne era molto bisogno anche  in altri stati africani).

In Uganda  ci sono due pozzi che sono intitolati alla città di Arezzo proprio per l’aiuto che i Cittadini aretini hanno, di volta in volta, destinato alle opere di Don Vittorione (in uno di questi  c’è stata portata un’immagine della Madonna del Conforto proprio per ricordare l’impegno solidale degli aretini).

E per non dimenticare l’opera di Don Vittorio il Circolo “Verso l’Europa”(al cui interno fu creato nel 1984 il Comitato “Amici di don Vittorione”, alla cui presidenza si sono susseguite , negli anni, numerose attivissime persone aretine, l’ultima la signora Vera Treghini Butali, colpita, purtroppo, in questi giorni dalla scomparsa del marito Benito) e in collaborazione con don Adam, parroco della chiesa dei  SS.Vincenzo e Anastasio di Olmo, del Circolo MCL di Olmo, della “Giostra dei Rioni” e numerosi abitanti di Olmo, domenica 15 settembre p.v.  organizzeranno un “Mercatino”   e altre iniziative finalizzate alla raccolta fondi da inviare direttamente in Uganda attraverso Carlo Ruspantini (che sarà presente a Olmo), Direttore di Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo Onlus. https://www.africamission.org/

PROGRAMMA di domenica 15 Settembre p.v. :

•             Ore     8,00          PIAZZALE antistante la Chiesa dei SANTI VINCENZO E ANASTASIO (Olmo): Apertura Mercatino di Solidarietà, aperto a tutti (parteciperanno anche alunni della Scuola Primaria “Brunetto Bucciarelli Ducci” di Olmo)

•             Ore 11,00 CHIESA DEI SANTI VINCENZO e ANASTASIO (Olmo):  S. Messa e commemorazione di Don Vittorione

•             Ore 13,15 Pranzo di Solidarietà presso il Circolo MCL di Olmo (prenotazione obbligatoria entro il giorno 12 settembre p.v.

•             Ore 17,00 Chiusura del Mercatino.

Al mercatino possono parteciperanno giovani e adulti che vorranno contribuire alla raccolta fondi da destinare a AFRICA MISSION-COOPERAZIONE E SVILUPPO  ONG – ONLUS.